«Commessi dell’anno»:
è arrivato il
momento di lanciare lo sprint

14 dic 2020
Per tutti i commessi bresciani è stata «gustosa» la partecipazione al contest ideato da Bresciaoggi Per tutti i commessi bresciani è stata «gustosa» la partecipazione al contest ideato da Bresciaoggi

È arrivato il momento che tutti stavano aspettando: la sfida per i commessi dell’anno di Bresciaoggi vede ormai il traguardo vicino, e sono questi i giorni più belli, emozionanti, tutti da vivere. Momenti che arrivano alla fine di una corsa entusiasmante che ha visto tanti, tantissimi protagonisti: innanzi tutto i commessi che hanno scelto di mettersi in gioco; poi ovviamente tutti coloro che li hanno sostenuti, e infine i nostri lettori che giorno dopo giorno hanno seguito la nostra iniziativa, si sono appassionati, hanno dato i loro consigli, si sono esposti anche con qualche critica ma ci hanno sempre dato il loro appoggio, confermandosi amici fidati.

ORA, PER TUTTI, è il momento dell’ultimo sforzo, dell’ultimo chilometro della maratona: si deve mettere in campo tutto quello che si ha ancora. E, in ogni caso, non mancano gli stimoli, due innanzi tutto. Ovviamente la classifica: il più votato vincerà il titolo di «commesso dell’anno» di Bresciaoggi, e ovviamente con lui ci sarà la commessa. Classifiche il cui aggiornamento arriverà mercoledì, e quella sarà l’ultima volta prima della chiusura del voto. Venerdì infatti andrà in edicola l’ultimo tagliando, il numero 82 della serie: da lì in avanti non si saranno più altre occasioni per raccogliere schede a sostegno del proprio commesso preferito. Gli stimoli dunque non mancano, anche in considerazione del fatto che l’ultimo coupon che verrà pubblicato non avrà certamente valore da un punto; la periodica pubblicazione di tagliandi da valore potenziato ha caratterizzato tutto il cammino fin qui svolto dai nostri commessi, e ha generato aspettative che si sono poi tramutate in scorte di giornali in edicola. Tutti punti che si sono poi riversati nelle rispettive classifiche: non resta dunque che attendere venerdì per capire come il tagliando finale possa cambiare eventualmente in meglio le graduatorie di ciascuno.

UN’ANTICIPAZIONE poi è possibile farla a questo punto anche rispetto alla consegna dei tagliandi. Il termine per far arrivare tutte le schede in redazione sarà martedì 5 gennaio alle 17: tutte i tagliandi che arriveranno oltre questo termine non saranno considerati validi. Mancano oltre tre settimane a quel giorno: si ritiene che ci sia tutto il tempo per organizzarsi nella consegna o nella spedizione. Nelle scorse settimane si è evidenziato qualche problema per quello che riguarda questo aspetto, ed è per questo motivo che si era sempre consigliato di scegliere la consegna diretta in redazione. Ma le varie restrizioni hanno poi comportato problemi, con alcuni ritardi o peggio mancati arrivi di tagliandi. Entro il 5 gennaio però si può ritenere che questi problemi, con il contributo di tutti, possano essere superati. Quindi verrà organizzato un momento speciale per celebrare i commessi che saranno stati più votati. • © RIPRODUZIONE RISERVATA