Corri in edicola!
Di Luciano Ranzanici

Carla, cassiera
da una vita:
«Quanta fiducia dai clienti»

LA STORIA. 16 dic 2020
Carla Rivadossi lavora come cassiera all'Iperal di Breno Carla Rivadossi lavora come cassiera all'Iperal di Breno

Carla Rivadossi dell’Iperal di Breno può essere definita «la chioccia» dei commessi camuni dei centri commerciali e dei supermercati. Con i suoi 64 anni d’età ed i 30 d’esperienza specifica, il suo stato di servizio è probabilmente ineguagliabile. Affabile, gentile, e disponibile che ama assai il proprio lavoro, che non cambierebbe mai, e ama chi le sta di fronte quotidianamente con il carrello della spesa. «Da sempre riesco ad imbastire un rapporto di cordialità con la gente, alla quale credo di poter dare molto e dalla quale sento di ricevere altrettanto, soprattutto in fiducia - dice di getto Carla -. Riesco a gratificarmi nelle piccole cose della vita e mi piace ricordare spesso i valori che mi hanno trasmesso i miei genitori».

CARLA NON È stata sempre commessa. Ha costruito il rapporto con la clientela anche gestendo con profitto con la sorella il Bar Jolly a Cogno dal 1973 al 1978, ora chiuso da qualche anno. Suo papà Giovanni Rivadossi, originario di Borno, ha cresciuto con grandi sacrifici i sette figli riuscendo “con orgoglio” a farli diplomare tutti (Carla ha il diploma di segretaria d’azienda), tra l’ambulantato e il lavoro al Cotonificio Olcese di Cogno. La cassiera dell’Iperal di Breno, sposatasi con Bruno Colosio, direttore dei Supermercato Sebino di Boario Terme, deceduto purtroppo nel 2010, per 15 anni si è dedicata al marito ed alla casa, ma proprio anche su impulso del marito ha iniziato la sua carriera di cassiera che prosegue ancora ad oltranza. «Qui a Breno mi trovo benissimo, le commesse potrebbero essere, salvo poche eccezioni, mie figlie e nipoti. Con loro ho un rapporto eccellente e talvolta mi capita che alcune mi avvicinino per chiedere consigli». Riguardo al contest di Bresciaoggi, Carla lo giudica «ben strutturato ed organizzato rappresentando soprattutto un modo ideale per far conoscere noi commesse, il nostro lavoro e le nostre aziende Peccato che sono entrata in gara tardi, nei primi giorni di Novembre, sollecitata proprio da alcuni clienti del supermercato». Iperal è ben rappresentato nella graduatoria provvisoria del nostro contest, perché alle spalle di Carla Rivadossi figurano anche Marzia Santapaolo, Sara Vaira e Marilisa Ongaro, per la soddisfazione del direttore Sergio Taboni, 56enne con alle spalle poco meno di 40 anni d’attività fra Sermark ed Iperal. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

# Sposta il focus sul parent